Indice dollaro tocca massimo undici mesi
Published on 19.06.2018 18:49

Oggi Indice dollaro ha accelerato fino a toccare il record del luglio dell'anno scorso, mentre l'euro continua ad accusare il colpo e veleggia ben al di sotto di 1,15. Avanzano le tradizionali valute rifugio come yen “JPY” e franco svizzero “CHF”, mentre il dollaro canadese “CAD” e quello australiano “AUD” scivolano ai minimi da un anno rispetto all'equivalente USA. Sullo sfondo le parole di Donald Trump, tornato ad alzare la voce nei confronti di Pechino con la minaccia di nuovi dazi da 10% su 200 miliardi di dollari di importazione cinese. A monte dell'intonazione positiva del biglietto verde anche gli ultimi numeri macro sul mercato immobiliare USA, mantenutosi il mese scorso a ridosso dei picchi degli ultimi undici anni.

La Russia introdurrà presto misure di bilanciamento nei confronti delle importazioni dagli USA, in risposta ai nuovi dazi americani su acciaio ed alluminio: lo ha annunciato il ministro russo dello Sviluppo Economico, Maxim Oreshkin. Oreshkin ha precisato che tali misure sotto forma di imposte aggiuntive sulle importazioni di beni americani saranno applicate in un prossimo futuro e riguarderanno solo prodotti che hanno equivalenti sul mercato russo, quindi non avranno impatto negativo a livello macroeconomico.

In Europa, il DAX tedesco è sceso dell'1,6 percento dopo una perdita simile di lunedì, mentre il CAC 40 di Francia è sceso dell'1,4%, invece a Londra il FTSE 100 ha perso lo 0,6%.

In Asia, l'indice Hang Seng di Hong Kong ha perso il 2,8%, il Nikkei 225 di Tokyo si è ritirato dell'1,8%, mentre il Kospi di Seoul ha perso l'1,5%. Gli indici in Australia e India hanno subito le perdite minori.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.