Brexit: Consiglio Ue proroga data divorzio al 31 ottobre
Published on 11.04.2019 16:40

Nelle ultime 24 ore, l'EUR è salito dello 0,10% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,1777 dollari. Appena prima della conferenza stampa di Mario Draghi, l'euro era sceso fino a quota 1,1237 nel giro di pochi minuti, prima di risalire, in altrettanti pochi minuti, di nuovo fino a quota 1,1279, recuperando così interamente le perdite subite in precedenza. Il motivo del rimbalzo è dipeso dalle dichiarazioni del governatore della BCE, che ha lasciato intendere come lo strumento delle nuove aste previste per il sistema bancario rappresentino per Francoforte la prima arma di difesa contro il rallentamento economico che sta colpendo l'Eurozona.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute EUR/USD è stata quotata di 1,1276$, in leggera diminuzione rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.1242$ seguito da 1.1207$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.1299$, seguito da 1.1321$.

Nelle ultime 24 ore,  la GBP è aumentata dello 0,26% rispetto all'USD, chiudendo a 1,3090 dollari. Sul fronte dei dati macro, il Consiglio europeo ha deciso di accordare al Regno Unito altri sei mesi di tempo per lasciare l'Ue in modo ordinato. La data sulla Brexit è stata così rinviata dal 12 aprile al prossimo 31 ottobre. I leader europei hanno precisato che il paese potrà lasciare l'Unione anche prima del 31 ottobre, nel caso in cui il Parlamento ratificherà il Withdrawal Agreement, ovvero l'accordo sui termini del divorzio che la premier britannica Theresa May ha raggiunto con Bruxelles lo scorso novembre, ma che Westminster ha bocciato per ben tre volte. Il Regno Unito è così obbligato a partecipare alle elezioni europee che si terranno alla fine di maggio. Nel caso in cui non volesse partecipare, il paese lascerà l'Ue il 1° giugno, anche in assenza di un via libera del Parlamento (dunque lascerà con un no-deal Brexit o Hard Brexit).

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1.3097$, in aumento dello 0.05% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.3058$ seguito da 1.3019$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1,3128$, seguito da 1,3159$.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.