Zona Euro: Pmi manifatturiero sotto della soglia neutra

Nelle ultime 24 ore, l'EUR è aumentato dello 0,13% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,1167 dollari di venerdì. Secondo gli ultimi dati PMI di IHS Markit di ottobre, il settore manifatturiero della zona euro ha continuato a contrarsi. Dopo le dovute destagionalizzazioni, l'indice finale IHS Markit PMI, del Manifatturiero dell'Eurozona ha registrato ad ottobre 45,9. Nonostante in salita da 45,7 di settembre e della precedente stima flash, l'indice è rimasto ben al di sotto della soglia neutra di non cambiamento di 50,0 indicando il secondo tasso di contrazione più forte durante gli ultimi sette anni. Per l'ennesima volta tutti e tre i sotto settori monitorati dall'indagine hanno mostrato un peggioramento delle condizioni operative rispetto al mese precedente. Il sottosettore dei beni di investimento e quello dei beni intermedi hanno entrambi registrato forti contrazioni rispetto a quello dei beni di consumo, dove la contrazione è rimasta marginale. La Germania, nonostante abbia riportato un leggero miglioramento nel relativo PMI, è rimasta la ragione principale della debolezza dell'eurozona.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute EUR/USD è stata quotata di 1,1170$, leggermente in rialzo rispetto alla chiusura di venerdì. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.1141$ seguito da 1.1111$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.1187$ seguito da 1.1203$.

Nelle ultime 24 ore, la GBP è aumentata dello 0,05% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,2941 dollari di venerdì. Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1,2938$, in leggera diminuzione rispetto alla chiusura di venerdì. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.2919$ seguito da 1.2900$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1,2965$, seguito da 1,2992$.

Dopo la festività di Ognissanti, l'attività sui mercati torna alla normalità, tranne che in Giappone, dove la Borsa di Tokyo è rimasta chiusa per celebrare il Giorno della Cultura. L'agenda macro di questo inizio settimana prevede nel corso della mattina l'indice Pmi manifatturiero di Francia, Germania ed Eurozona. Nel pomeriggio dagli Stati Uniti giungeranno i dati sugli ordini di beni durevoli e di fabbrica. Si segnala anche il discordo della neo presidente Bce, Christine Lagarde, a Berlino. Sul fronte societario oggi sono previsti i conti di Ferrari.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.