Wall Street è in calo per la seconda volta di fila
Published on 09.07.2019 14:19

Sul grafico a 1H di questo cambio, possiamo notare come la coppia EUR/NZD si sta avvicinando al livello di resistenza, l'indicatori tecnici ed i volumi ci fanno constatare il probabile cambiamento direzionale al ribasso.

EUR/NZD, Sell Stop, 1H, Open: 1.69305; SL: 1.69836; TP: 1.68226.

Sul fronte dei dati macro per oggi, dobbiamo stare attenti alle pubblicazioni di: Discorso del Presidente della Fed USA Powell. Discorso del Presidente della Federal Reserve Jerome Powell (feb. 2018 - feb. 2022). Come capo della Fed, controlla i tassi di interesse a breve termine ed esercita maggiore influenza che chiunque altro sul valore del dollaro USA. I trader seguono con attenzione i suoi discorsi in quanto spesso emergono indizi sulla politica monetaria futura. Inoltre in programma ci aspettiamo anche: Scorte settimanali di petrolio (Stati Uniti). L’American Petroleum Institute pubblica ogni martedì dopo le 16.00 ET i livelli delle scorte di greggio, benzina e distillati. Il dato mostra quanto prodotto è ancora in stock e dunque, quanto dureranno le riserve. Inoltre i dati trattano la richiesta di prodotto per regione, nonché la produzione di petrolio USA e l’importazione di prodotti grezzi e raffinati.

Ieri, la seduta a Wall Street è terminata in calo per la seconda volta di fila. Come venerdì scorso, gli investitori hanno continuato a digerire il buon rapporto sull'occupazione americana di giugno. I dati in esso contenuti hanno portato strategist e analisti a domandarsi fino a che punto la banca centrale americana sarà disposta a ridurre il costo del denaro a fronte di un mercato del lavoro tonico. A livello settoriale, i tecnologici hanno sofferto a causa di Apple (-2% a 200 dollari): il produttore dell'iPhone è stato bocciato dagli analisti di Rosenblatt Securities, secondo cui il titolo va venduto. Il DJIA ha perso lo 0,43% a 26.806,14 punti. L'S&P 500 ha ceduto lo 0,48% a quota 2.975,95. Il Nasdaq Composite ha lasciato sul terreno lo 0,78% a quota 8.098,38. Il petrolio è salito dello 0,3% a 57,66 dollari al barile.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.