Stati Uniti: l'IPC core allo 0,3% a giugno
Apri conto demo
FOREX trading comporta seri rischi e può portare alla perdita del capitale investito

Nelle ultime 24 ore, l'EUR è leggermente diminuito rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,1256 dollari. Il dollaro USA scambiava misto dopo essere sostanzialmente salito al rialzo durante le negoziazioni asiatiche di venerdì, quando una reazione istintiva alla pubblicazione ieri di dati sull'inflazione inaspettatamente ottimistici, ha contribuito a cambiare il sentiment degli investitori. Il Dipartimento del lavoro degli Stati Uniti ha riferito che l'IPC core era allo 0,3% a giugno (su base mensile) e al 2,1% (su base annuale), superiori alle aspettative di analisti ed economisti che davano i numeri rispettivamente allo 0,2% e al 2,0%. I mercati sono ora meno propensi a credere che alla riunione politica di fine mese, la Federal Reserve americana tagli i tassi in modo così aggressivo come si credeva in precedenza.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute EUR/USD è stata quotata di 1.1267, in aumento dello 0.10% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.1246$ seguito da 1.1225$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.1287$, seguito da 1.1307$.

Nelle ultime 24 ore, la GBP è salita dello 0,15% ispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,2528 dollari. Ieri la debolezza del dollaro USA ha contribuito a spingere la Sterlina in rialzo permettendo alla valuta di stabilizzarsi, sebbene i trader restino estremamente cauti riguardo alle prospettive per la sterlina. A inizio settimana, la coppia GBP/USD aveva toccato un minimo di 2 anni ma, nonostante i dati deludenti, è riuscita a recuperare alcune di quelle perdite. Gli analisti dicono che potrebbe essere dovuto al fatto che gli investitori non aspettano più che la Banca d'Inghilterra segua il resto delle principali banche centrali mondiali; in effetti, la Banca d'Inghilterra è stata costretta a modificare la sua prospettiva politica in una più accomodante e a rinunciare alla posizione da falco.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1,2537, in aumento dello 0,07% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.2506$ seguito da 1.2474$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.2570$, seguito da 1.2602$.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.