Regno Unito: sale il tasso di disoccupazione
Apri conto demo
FOREX trading comporta seri rischi e può portare alla perdita del capitale investito

Analisi dei mercati finanziari e delle materie prime

Nelle ultime 24 ore, la GBP è diminuita del 5,82% rispetto al dollaro USA, chiudendo a 1,2270 dollari. Sul fronte dei dati macro, nel Regno Unito l'ONS (Ufficio Nazionale di Statistica) e l'ILO (International Labour Organization) hanno comunicato che nel trimestre novembre-gennaio l'Indice di retribuzione media con bonus è salito del 3,1%, risultando superiore alla rilevazione precedente e superiore alle attese fissate rispettivamente al 2,9% e al 3%. Lo stesso indice, calcolato escludendo i bonus, e' cresciuto del 3,1% (consensus +3,2%), dal +3,2% della rilevazione precedente. Inoltre, sempre secondo l'ONS e l'ILO, nel trimestre novembre-gennaio il tasso di disoccupazione si e' attestato al 3,9%, superiore alla rilevazione precedente e al consensus, fissati al 3,8%. A febbraio il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione e' aumentato di 17.300 unita' (le aspettative erano fissate su un incremento di 21.400 unità) .Nel mese di gennaio le persone che hanno richiesto sussidi erano diminuite di 200 unita' (rivisto da 5.500 unità).

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1.2261$, in diminuzione dello 0.07% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.2184$ seguito da 1.2107$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1,2356$ seguito da 1,2451$.

Le principali Borse europee hanno aperto la seduta in rialzo dopo il tonfo di ieri grazie agli stimoli che gran parte delle economie avanzate hanno messo in campo per combattere l'epidemia di coronavirus. L'indice Stoxx 600 guadagna l'1,9%, il Dax30 di Francoforte il 4,6%, il Cac40 di Parigi il 3,1%, il Ftse100 di Londra il 2,9% e l'Ibex35 di Madrid il 5,6%, Piazza Affari ha apeerto a 5.13%.

La Consob per la seduta di oggi, martedì 17 marzo, ha rinnovato il divieto giornaliero di vendita allo scoperto di 20 titoli azionari quotati nel mercato regolamentato. Lo stop a vendere allo scoperto, ossia senza la titolarità dei titoli, riguarda le 20 azioni che ieri hanno subito una variazione superiore alle soglie previste dal regolamento dello short selling. Su questa linea si stanno muovendo anche le autorità di vigilanza in Francia e Belgio, mentre la Cnmv spagnola è pronta ad avviare un intervento di maggior durata.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.