+357 25 030 930
PMI del settore dei servizi per marzo 05.04.2018
Published on 05.04.2018 15:50

La sterlina ha chiuso in rosso contro l'euro e il dollaro statunitense dopo l'ultimo sondaggio PMI che ha mostrato un ulteriore rallentamento del settore dei servizi. Secondo il rapporto di Markit, il PMI del settore dei servizi per marzo è sceso a 51,7 da una lettura prevista di 54,0, in calo rispetto al 54,5 di febbraio. Gli analisti puntano il dito contro le forti tempeste di neve che hanno ostacolato l'economia durante il periodo, assieme all’indebolimento della domanda dei consumatori, incolpando questi due fattori per il calo. La preoccupazione riguarda l'impatto che questi dati potrebbero avere sulla Banca d'Inghilterra nel momento in cui verrà considerato un percorso di irrigidimento della politica. Anche l'Eurozona non si è salvata da dati economici deludenti; Markit ha riportato che il settore PMI dei servizi è sceso a 54,9 da 55,0, mentre Eurostat riferisce che le vendite al dettaglio hanno subito un calo inatteso a febbraio. Le vendite al dettaglio su base annua sono state registrate all'1,8% a febbraio, mentre i dati di gennaio sono stati rivisti all'1,5% dal 2,3%. I dati sui prezzi alla produzione sono aumentati all'1,6% rispetto all’anno precedente superando le aspettative.

Oggi gli stock europei sono avanzati considerevolmente, prendendo spunto da un rimbalzo delle azioni statunitensi. Le società tecnologiche hanno portato lo Stoxx Europe 600 in rialzo dell'1,40%, con l'indice che ha raggiunto il livello più alto in due settimane. Il blue chip Euro STOXX 50 è salito dell'1,61%, mentre il tedesco DAX 30 è salito dell'1,57%. Il CAC 40 francese è salito dell'1,56%, l'IBEX 35 spagnolo è salito dell'1,46%, e l'FTSE 100 britannico è avanzato dell'1,16%. Negli Stati Uniti S&P, Dow Jones e il Nasdaq sono attualmente nel verde, indicando un open oggi più alto.

I prezzi del petrolio sono scivolati giu durante il primo pomeriggio europeo. Il greggio medio WTI è sceso dello 0,19% a 63,25 dollari al barile, mentre il Brent è sceso dello 0,13% a 67,88 dollari al barile. Nei metalli preziosi, i prezzi dell'oro sono scesi dello 0,38% a 1,327,7 $ l'oncia.

 

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

In caso di interess esulle nostre analisi e previsioni, sia tecniche che fondamentali potete andare alla nostra pagina del FIBO Group https://www.fibogroup.it/analytics-and-training/analytics/

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.