Pil Usa +2,2% su base annuale
Published on 30.05.2018 17:05

La politica italiana ha avuto un effetto a catena sui mercati finanziari e azionari di tutto il mondo, come riportato ieri, la politica l'italiana è stata spinta verso una nuova crisi dal rifiuto del Presidente Mattarella di accettare la nomina di Paolo Savona come ministro delle Finanze. La decisione ha portato alle dimissioni del presidente del Consiglio designato da M5S e Lega, Giuseppe Conte, e all'invito di Mattarella per un tecnocrate non eletto, Carlo Cottarelli, a formare una nuova amministrazione. È ampiamente previsto che la nuova amministrazione non sopravviverà a un voto di fiducia e quindi,quasi certamente, si profileranno nuove elezioni in autunno.

L'economia statunitense è cresciuta nel primo trimestre del 2018 meno di quanto si aspettava. È quanto emerge dalla seconda lettura dal dipartimento al Commercio, secondo cui il Pil è cresciuto del 2,2 per cento su base annuale, mentre si attendeva un +2,3%. A spiegare il rallentamento dell'economia nei primi tre mesi dell'anno sono le spese dei consumatori, i quali sono aumentate dell'1% (0,1 punti percentuali in meno rispetto alla prima stima) dopo il +4% del quarto trimestre del 2017, è stata la lettura più debole dal secondo trimestre del 2013, quando ci fu un +0,8 per cento.

Indici. Stoxx50 -0,1% a 3.424, FTSE + 0,1% a 7.642, DAX + 0,4% a 12,711, CAC-40 -0,6% a 5,406; IBEX 35 + 0,3% a 9.555, FTSE MIB + 0,8% a 21,517, SMI -0,3% a 8,10h, S&P 500 + 0,2%

In Asia, l'indice Nikkei 225 è sceso dell'1,5 percento a 22,018,52, mentre il Kospi della Corea del Sud ha perso il 2,0 percento a 2.409,03. L'Hang Seng di Hong Kong è scivolato dell'1,4% a 30.056,79, invece l'indice Composite di Shanghai è sceso del 2,5% a 3.041,44. L'australiano S&P ASX 200 era in diminuzione dello 0,5 percento a 5.984,70.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.