Le misure di rappresaglia cinese
Published on 23.03.2018 14:22

Per una persona che è stata ossessionata dai guadagni del mercato azionario dalla sua vittoria elettorale 16 mesi fa, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump non sembra troppo preoccupato per l'impatto che le sue tariffe stanno avendo al momento. Trump potrebbe essere pronto ad aggiungere l'Unione Europea all'elenco di quelli che sono temporaneamente esentati dalle tariffe - come Canada, Messico e Australia a cui sono state concesse esenzioni simili. La prospettiva di una guerra commerciale tra le due maggiori economie del mondo non è particolarmente auspicabile per gli investitori, i quali gia hanno espresso i loro sentimenti su tali misure, con il Dow e lo S & P 500 che ieri hanno perso quasi il 3%. Inoltre, negli Stati Uniti, i rapporti sui beni durevoli dovrebbero riprendersi dopo la pubblicazione dei cali a gennaio, si prevede che gli ordini di beni durevoli core aumenteranno dello 0,5%, e le vendite di nuove case dovrebbero migliorare a 621 mila.

Le misure di rappresaglia cinese non hanno tardato a venire quando il ministero del commercio cinese ha comunicato la sua volontà di imporre tariffe sulle importazioni degli Stati Uniti su carne suina, frutta, noci, vino e altri prodotti legati all'edilizia. Inoltre, la Cina sta pianificando di avviare procedure di infrazione presso l'Organizzazione mondiale del commercio, in merito alle recenti tariffe sul ferro e alluminio introdotte.

Hong Kong Hang Seng ha ceduto il -2,95%, ostacolato dall'IT (-6%), mentre il China CSI300 è sceso del -2,87%. Per quanto riguarda il Giappone, il Nikkei 225 è calato del -4,51%, seguito da Topix (-3,62%).

I prezzi del petrolio sono saliti venerdì dopo che il ministro saudita per l'energia ha dichiarato che l'OPEC manterrà il coordinamento dei tagli delle forniture con paesi non membri tra cui la Russia nel 2019. Il greggio WTI e il Brent sono riusciti a recuperare parte dei guadagni di ieri, il primo è salito a 64,52 dollari al barile (+ 0,33%), mentre il secondo è salito a 69,12 dollari al barile (+ 0,19%).

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

In caso di interessesulle nostre analisi e previsioni, sia tecniche che fondamentali potete andare alla nostra pagina del FIBO Group https://www.fibogroup.it/analytics-and-training/analytics

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.