La politica monetaria della BCE
Published on 09.08.2018 12:10

Le Borse europee si muovono in territorio negativo, a pesare sull’andamento degli indici europei anche la flessione del prezzo del petrolio, mentre l'Italia torna a fare i conti con lo spread tra Btp e Bund, il differenziale si attesta a 252,5 punti base con un rendimento del decennale del 2,91%. A circa 40 minuti dall'inizio delle negoziazioni, a Milano l'indice Ftse Mib cede lo 0,38% a 21.706, in calo anche Londra -0,55% e Parigi -0,43%, sulla parità Francoforte -0,01%, chiusura in flessione stamane per Tokyo (Nikkei -0,20%).

La politica monetaria accomodante da parte della BCE è ancora necessaria per portare l'inflazione verso il target del 2%. Inoltre il Consiglio ha anticipato che, se i dati più recenti confermeranno le attuali prospettive per l'inflazione a medio termine, dopo settembre il ritmo mensile degli acquisti netti di attività verrà ridotto a 15 miliardi di euro sino alla fine di dicembre 2018, dopodiché gli acquisti netti verranno interrotti. Il Consiglio direttivo intende reinvestire il capitale rimborsato sui titoli in scadenza nel quadro del PAA per un prolungato periodo di tempo dopo la conclusione degli acquisti netti di attività e in ogni caso finché sarà necessario per mantenere condizioni di liquidità favorevoli e un ampio grado di accomodamento monetario.

Sul fronte macro USA si guarderà alle nuove richieste di sussidi di disoccupazione che dovrebbero salire da 218mila a 220mila unità. Per i prezzi alla produzione di luglio si prevede una variazone positiva dello 0,2%, rispetto allo 0,3% precedente, mentre le scorte all'ingrosso dovrebbero evidenziare una lettura sulla parità a giugno, in frenata rispetto al rialzo dello 0,6% di maggio.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.