La guerra dei dazi tra Usa e Cina fa temere cali di fatturato alle aziende esportatrici asiatiche
Published on 24.05.2018 17:36

Oggi l'indice DAX è in calo dello 0,21% a 12.951, sul fronte del rilascio, il PIL finale della Germania è sceso allo 0,3%, facendo coincidere la stima. Il PMI manifatturiero tedesco ha registrato il suo più debole guadagno in 16 mesi, mentre l'indicatore della zona euro ha registrato la peggiore lettura in 18 mesi. Questi numeri, sebbene certamente deludenti, non dovrebbero causare alcun allarme, dal momento che le PMI continuano a indicare un'espansione nei settori dei servizi e manifatturiero. Tuttavia, il fatto che la crescita sia stata più modesta del previsto, potrebbe fornire ai responsabili delle politiche della BCE il motivo di rivalutare la prevista liquidazione del suo programma di stimolo a settembre.

La guerra dei dazi tra Usa e Cina fa temere cali di fatturato alle aziende esportatrici asiatiche, mentre le aziende che riforniscono soprattutto il mercato interno vedono le barriere commerciali internazionali come una opportunità di crescita. In particolare, si prevedono cali di fatturato per le restrizioni all'export il 52% delle aziende in Cina, il 65% in Indonesia, il 48% a Taiwan e il 47% a Hong Kong, tutte economie con relazioni commerciali profondamente intrecciate con la Cina.

Ad aprile, le vendite di case esistenti negli Stati Uniti hanno registrato un calo superiore alle attese. Stando al dato stilato dall'associazione di settore National Association of Realtors, il dato è diminuito del 2,4%, rispetto a marzo, a 5,44 milioni di unità all'anno, mentre gli esperti attendevano una diminuzione a 5,55 milioni.

Indici, Stoxx50 + 0,4% a 3.557, FTSE -0,1% a 7.784, DAX + 0,2% a 12.996, CAC-40 + 0,5% a 5,591; IBEX-35 + 0,6% a 10.082, FTSE MIB + 0,9% a 23,14, SMI + 0,4% a 8,833, S&P 500 Futures + 0,1%, Nikkei 225 -1,1%, Kospi -0,2%.

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 72% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

×

AVVISO SUI RISCHI: i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 72% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Prima di decidere di tradare, sarebbe opportuno considerare la propria comprensione di come funzionano i CFD, i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e il rischio che si è pronti a prendere. Esiste la possibilità che si possa incorrere in perdite di parte o del totale dell'investimento iniziale. Si è pregati pertanto di cercare un consiglio finanziario indipendente qualora necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.