+357 25 030 930
La fine settimana del mercato 23.03.2018
Published on 23.03.2018 19:34

Le ultime settimane hanno visto sviluppi molto interessanti nei mercati emergenti, alcune valute dei mercati emergenti sono crollate, poiché le crescenti preoccupazioni per una guerra commerciale globale hanno amplificato le prospettive già problematiche per quelle economie. Altri, tuttavia, sono riusciti a mantenere la propria posizione abbastanza bene, sfidando la saggezza convenzionale secondo cui le economie emergenti sono le più esposte alla minaccia di un maggiore protezionismo.

La lira turca è la valuta peggiore di questo mese, in calo del 4,4% rispetto al dollaro, e del 5,3% rispetto all'euro, in calo del 6,2% con lo yen. In effetti, la lira ha registrato nuovi minimi storici contro tutti e tre (USD, EUR, JPY) questo mese, ciò che colpisce di più è che la lira è ai minimi storici contro il dollaro, in un periodo in cui il dollaro è uno dei maggiori underperformer in sé.

Il rublo russo è sceso anche questo mese, é inferiore dell'1,3% rispetto al dollaro, e del 2,6% rispetto all'euro. In generale, la moneta é stata trascinata al ribasso dalla Banca di Russia, che ha tagliato i tassi in 8 delle sue ultime 9 riunioni per sollevare l'inflazione. Inoltre, le incertezze politiche sono tornate dopo che il Regno Unito ha accusato la Russia di avvelenare un'ex spia russa sul suolo britannico, generando la speculazione che l'Occidente potrebbe imporre nuove sanzioni economiche a Mosca. Sul rovescio della medaglia, però, i prezzi del petrolio sono aumentati di recente, e dal momento che il petrolio è la più grande esportazione della Russia, il rublo ha goduto di una certa domanda.

Il rand sudafricano si è comportato relativamente bene quest'anno, anche nel mezzo di una scossa politica interna e delle incertezze del commercio globale. Nello specifico, il rand è salito di quasi il 5% rispetto al dollaro quest'anno, e del 2,2% in più rispetto all'euro. L'allontanamento di Jacob Zuma dalla presidenza a metà febbraio è stato uno sviluppo molto piacevole per la valuta, che si è mobilitata sulla speculazione che la sua uscita avrebbe inaugurato una nuova era di riforme strutturali tanto necessarie.

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

In caso di interessesulle nostre analisi e previsioni, sia tecniche che fondamentali potete andare alla nostra pagina del FIBO Group https://www.fibogroup.it/analytics-and-training/analytics/

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.