+357 25 030 930
La dinamica del mercato 12.01.2018
Published on 12.01.2018 11:14

La coppia EUR/USD è scesa a livello 1.1928 in mattinata, tuttavia nella seconda parte della giornata la valuta europea ha recuperato le perdite, la coppia ha raggiunto la zona 1.2108, che è il risultato della pubblicazione del verbale dell'ultima riunione della BCE, in cui gli investitori hanno trovato suggerimenti per accelerare la riduzione degli stimoli monetari nella zona euro. Il dollaro invece, si è indebolito dopo che un rapporto ha mostrato che i prezzi alla produzione negli Stati Uniti è sceso inaspettatamente nel mese di dicembre, in calo per la prima volta in quasi un anno e mezzo, e il numero di domande iniziali di sussidi di disoccupazione inaspettatamente salito la scorsa settimana.

L'indice, che replica il valore del dollaro USA rispetto alle dieci maggiori valute mondiali, è sceso a un livello minimo in tre mesi.

La coppia GBP/USD è scesa a 1.3457 nella prima metà della giornata, ma ora si trova a 1.3592. Ciò è influenzato dalla l'instabilità associata alla minaccia per il settore finanziario del Regno Unito, a causa della probabile limitazione del lavoro delle banche britanniche nell'UE dopo la Brexit. Alcune delle società finanziarie del Regno Unito hanno già iniziato a tagliare i posti di lavoro, contando su questo scenario negativo.

La coppia USD/JPY sta cercando di adattarsi dopo il calo di quattro giorni, la coppia è sceso dello 0,05% a 111,25.

AUD/USD in mattinata è salito a 0.7885, sullo sfondo di un significativo aumento delle vendite al dettaglio nel paese (a novembre, dell'1,2%, invece dello 0,4% previsto). Attualmente, la coppia sta cercando di adattarsi e scambia intorno a 0.7876.

I metalli sono attualmente scambiati attivamente, le quotazioni sono per lo più nelle gamme laterali: l'oro – 1.330.80, l'argento – 17.150.

Le quotazioni del petrolio stanno crescendo oggi, al prossimo (ottavo consecutivo). Allo stesso tempo, la produzione di petrolio nel paese è diminuita del 2,9% (2,9 milioni di barili) a 9,492 milioni di barili al giorno. Al momento, il Brent scambia intorno a 69.31, mentre il WTI è scambiato a 63.56.

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.