L'Ism servizi
Published on 03.05.2018 19:08

Ad aprile, l'Ism servizi - l'indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti - è diminuito più di quanto atteso dagli analisti, restando però su livelli associati a una crescita dell'economia. L'indice di riferimento redatto dall'Institute for Supply Management è sceso a 56,8 punti, dopo i 58,8 punti di marzo; gli analisti avevano previsto un dato a 58,2 punti. Da segnalare che un valore al di sopra della soglia dei 50 punti indica una fase di espansione della congiuntura; il dato si attesta al di sopra di tale soglia da 99 mesi di fila.

Guardando alle singole componenti, quella sull'andamento aziendale è scesa a 59,1 dai 60,6 punti del mese precedente, quella dell'occupazione è calata a 53,6 da 56,6 punti, quella dei prezzi è passata a 61,8 da 61,5 punti. Infine, gli ordini alle fabbriche sono aumentati a marzo più di quanto previsto dagli analisti, secondo quanto reso noto dal Dipartimento del Commercio, il dato è cresciuto dell'1,6% a 507,7 miliardi, mentre gli analisti attendevano un rialzo dell'1,4 per cento.

Escludendo i trasporti, il dato è salito dello 0,3%, mentre escludendo il settore difesa l'indice è cresciuto dell'1,6 per cento. L'attività industriale rappresenta circa il 12% dell'economia statunitense.

L'indice S&P 500 ha perso 32 punti, ovvero l'1,2%, a 2.603 a partire dalle 10:35 am, ora orientale. La media industriale Dow Jones è scesa di 309 punti, ovvero dell'1,3 percento, a 23,615, il composito del Nasdaq ha perso 77 punti, ovvero l'1,1 percento, raggiungendo i 7.023, l'indice Russell 2000 ha registrato 19 punti, ovvero l'1,2%, a 1.535.

Il CAC 40 della Francia ha perso lo 0,3%, mentre il DAX tedesco è sceso dello 0,5%. Il FTSE 100 britannico è diminuito dello 0,4 percento, l'indice di riferimento Hang Seng di Hong Kong è sceso dell'1,2%, e il Kospi sudcoreano è sceso dello 0,7%.

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

×

AVVISO SUI RISCHI: i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 66% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Prima di decidere di tradare, sarebbe opportuno considerare la propria comprensione di come funzionano i CFD, i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e il rischio che si è pronti a prendere. Esiste la possibilità che si possa incorrere in perdite di parte o del totale dell'investimento iniziale. Si è pregati pertanto di cercare un consiglio finanziario indipendente qualora necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.