+357 25 030 930
L'indice del dollaro USA 28.03.2018
Published on 28.03.2018 14:33

L'indice del dollaro USA si è ritirato dai nuovi minimi mensili pubblicati in precedenza lunedì. L'indice manifatturiero della Fed di Richmond è salito ad un ritmo più lento a marzo, con nuovi ordini e indici di occupazione in calo. L'indice composito è scivolato, in calo rispetto ai 28 di febbraio, tuttavia la maggior parte delle aziende intervistate era ottimista nei prossimi sei mesi. Anche l'indice di fiducia dei consumatori del Conference Board si è indebolito a marzo, dopo essere salito al massimo di 18 mesi a febbraio.

I dati preliminari di inflazione della Germania per marzo sono previsti per giovedì, alle 12:00 GMT. Le previsioni indicano un'accelerazione delle pressioni sui prezzi per la più grande economia dell'Eurozona, che sarebbe senza dubbio una piacevole notizia per la Banca centrale europea (BCE). A marzo, si prevede che l'indice CPI preliminare armonizzato all'UE della Germania sia salito all'1,6% in termini annuali, dall'1,2% in precedenza. La previsione è supportata dal Markit Composite PMI dell'indice nazionale, che ha rilevato che il mese di marzo ha visto un ulteriore forte aumento dei prezzi medi praticati per beni e servizi. Anche se il tasso di inflazione si è attenuato al minimo di tre mesi, il sondaggio ha continuato a rimanere al di sopra di ogni altro punto dal 2011. Vale anche la pena notare che le stampe CPI francesi e italiane che saranno pubblicate il 30 marzo saranno anche strettamente monitorate, in quanto gli investitori valutano la lettura complessiva del blocco - Francia e Italia sono la seconda e la terza più grande economia dell'Eurozona. I dati spagnoli sono già stati rilasciati, e sono stati alquanto deludenti, con il tasso di CPI in aumento di meno del previsto.

EUR/USD è aumentato dello 0,05% durante la notte, scambiando intorno a 1,24081.

USD/JPY è cresciuto dello 0,24% nel trading della sessione iniziale a circa 105,580.

GBP/USD è salita dello 0,24% questa mattina, scambiando intorno a 1,41919.

USD/CAD è invariato nei primi scambi intorno a 1.28805.

L'oro scende del -0,19% nelle contrattazioni del primo mattino a circa 1,342,10 $.

Il WTI è sceso dello -0,86% questa mattina, scambiando intorno a 64,69 $.

 

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

In caso di interessesulle nostre analisi e previsioni, sia tecniche che fondamentali potete andare alla nostra pagina del FIBO Group https://www.fibogroup.it/analytics-and-training/analytics/

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.