L'indice dei prezzi al consumo USA
Published on 10.08.2018 16:05

Le sanzioni imposte dagli Stati Uniti hanno inasprito la crisi macroeconomica turca, con il Paese che si trova ad affrontare una pesante svalutazione monetaria con conseguenti pressioni inflazionistiche. Attualmente la Lira si è deprezzata di circa il 40% nei confronti del dollaro USA, attestandosi intorno a 5,2. Nei prossimi mesi, le attuali tendenze vedranno probabilmente la Lira diventare la moneta dei mercati emergenti con la peggior performance da inizio anno.

Negli Stati Uniti, nel mese di luglio l'indice dei prezzi al consumo ha evidenziato una variazione positiva dello 0,2%, in rialzo rispetto allo 0,1% di giugno e in linea con le stime. Anche la versione (core) è salita dello 0,2%, in linea con la rilevazione di luglio e con le previsioni del mercato.

In Canada, la creazione di posti di lavoro è aumentata in base alle aspettative del mercato a luglio, poiché i forti guadagni delle posizioni part-time e del settore pubblico hanno contribuito a ridurre il tasso di disoccupazione di due decimi. Il tasso di disoccupazione del Canada è sceso a + 5,8% a luglio, in calo dal + 6% di giugno.

Gli indici; Stoxx600 -0,8% a 386,8, FTSE -0,6% a 7693, DAX -1,6% a 12470, CAC-40 -1,2% a 5438, IBEX-35 -1,1% a 9648, SMI -0,9% a 9067 S&P 500 Futures -0,5%. In Italia, l'indice Ftse Mib lascia sul terreno l'1,75% con i bancari sotto pressione, mentre UniCredit lascia sul terreno il 3,25%, ribassi intorno al 2,50% per Ubi e Intesa Sanpaolo.

I prezzi del petrolio hanno registrato i guadagni moderati verso le 11.00 GMT, mentre le nuove sanzioni statunitensi contro l'Iran, che sono entrate in vigore a martedì, potrebbero ridurre l'offerta di petrolio iraniana. Il greggio WTI e il Brent hanno guadagnato rispettivamente 66,97 $ (+ 0,24%) e 72,29 $ (+ 0,31%) al barile. Nei metalli preziosi, l'oro è sceso dello 0,12% a 1210 $/oncia.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.