+357 25 030 930
L'indebolimento del Euro
Published on 29.01.2018 13:41

Oggi l'euro ha registrato leggere perdite, attualmente EUR/USD è scambiato intorno a 1,2419, in calo dello 0,09%. Negli Stati Uniti, l'evento chiave di oggi è la spesa personale, che dovrebbe scendere al di sotto dello 0,5%. Il martedì sarà più impegnato, con eventi chiave su entrambi i lati dello stagno. La Germania pubblica l'IPC primario, e l'eurozona pubblica il PIL preliminare di Flash per il quarto trimestre 2016.

I mercati si sono abituati alle uscite del PIL superiori al 3,0%, quindi il PIL anticipato per il quarto trimestre è stato deludente. La lettura del 2,6% non ha raggiunto la stima del 3,0%. L'economia è cresciuta del 2,3% nel 2017, rispetto all'1,6% del 2016. La crescita nel T4 è stata condizionata da una maggiore spesa dei consumatori, che ha portato a un aumento delle importazioni. Allo stesso tempo, l'aumento della spesa al consumo ha anche stimolato l'inflazione, poiché l'indice delle spese per consumi personali, che la Fed preferisce utilizzare, è aumentato dell'1,9% nel quarto trimestre, dall'1,3% nel terzo trimestre. Nel frattempo, il settore manifatturiero USA è in piena espansione, poiché gli ordini di beni durevoli a dicembre hanno toccato il 2,9%, schiacciando la stima dello 0,6%. Questo è stato il guadagno più alto in sei mesi, e ha contribuito a fare del 2017 un anno all'insegna del banner. I buoni ordini durevoli sono aumentati del 5,8% nel 2017, la più forte espansione dal 2011.

L'euro ha registrato forti guadagni giovedì dopo i commenti del presidente della BCE Mario Draghi, ma i guadagni non sono durati, in quanto EUR/USD continua a mostrare movimenti limitati. Draghi era più accomodante del previsto, affermando che la BCE era pronta ad aumentare il QE in "dimensioni o durata. Ha aggiunto anche, che i tassi di interesse non aumenterebbero fino a dopo che il programma di acquisto di attività (QE) della BCE fosse finito. Il programma di QE non si concluderà prima di settembre, quindi Draghi essenzialmente ha escluso qualsiasi aumento dei tassi prima degli inizi del 2019. Un nuovo mal di testa per i responsabili della BCE è l'euro, che ha raggiunto i massimi di 3 anni rispetto al dollaro USA. Gli investitori temono che un euro più forte possa danneggiare le esportazioni e i guadagni delle società. EUR/USD è salito del 3,3% a gennaio, mentre il dollaro continua a lottare.

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.