Il greggio cede moderatamente terreno
Published on 27.04.2018 13:36

L'indice del Dollaro statunitense è rimasto vicino a un picco di 3 mesi e mezzo con rendimenti più elevati sugli strumenti del Tesoro USA che hanno indotto gli investitori a liquidare alcune posizioni corte nel Dollaro. L'indice ha toccato un picco di 91,639 DXY dopo che i titoli di stato decennali hanno raggiunto il traguardo del 3%; gli analisti attribuiscono tali timori alle crescenti preoccupazioni per il debito e l'inflazione degli Stati Uniti. Appesantita dai commenti di Mario Draghi al termine del consiglio di politica monetaria di ieri, la valuta unica viaggia al di sotto di 1,21 dollari.

La Banca del Giappone (BoJ) ha lasciato i tassi e politica monetaria invariata al termine del proprio meeting. Nella sua review trimestrale sull’inflazione pubblicata stamane, la BoJ ha lasciato inalterato rispetto a tre mesi fa la stima di 1,8% per il prossimo anno fiscale. La banca centrale prevede un’inflazione all’1,8% anche per il successivo anno fiscale, ribadendo la propria visione di un’economia in rafforzamento che sosterrà la crescita dei prezzi verso il target ufficiale del 2%.

Il greggio cede moderatamente terreno, ma il Brent appare comunque impostato per chiudere la terza settimana di guadagni tra timori per l'offerta nel caso in cui gli Stati Uniti decidessero di reimporre sanzioni all'Iran. Il presidente Usa Donald Trump deciderà entro il 12 maggio se imporre nuovamente all'Iran le sanzioni che erano state tolte nell'ambito di un accordo con altre sei potenze mondiali sul programma nucleare di Teheran. Il Brent ha guadagnato circa il 6% questo mese sulle attese di rinnovate sanzioni, che probabilmente raffredderanno le esportazioni iraniane. Il greggio è salito nonostante il rialzo del dollaro, che è sui massimi dal 12 gennaio contro un paniere di altre valute.

Indici ; Stoxx600 +0.1% a 383.9, FTSE +0.4 a 7451, DAX +0.7% at 12586, CAC-40 +0.1% a 5460, IBEX-35 +0.1% a 9905, FTSE MIB -0.6% a 23885, SMI +0.1% a 8839, S&P 500 -0.3%

 

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 72% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

×

AVVISO SUI RISCHI: i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 72% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Prima di decidere di tradare, sarebbe opportuno considerare la propria comprensione di come funzionano i CFD, i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e il rischio che si è pronti a prendere. Esiste la possibilità che si possa incorrere in perdite di parte o del totale dell'investimento iniziale. Si è pregati pertanto di cercare un consiglio finanziario indipendente qualora necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.