I deboli dati sull’eurozona suscitano preoccupazione
Published on 19.04.2019 13:41

Osservando il grafico giornaliero della coppia di valute EUR/USD, possiamo notare come l'euro è sceso contro il dollaro USA nella giornata di ieri, visto i dati negativi registrati dall'economia dell'eurozona e di dati positivi registrati da quella americana. Ancora una volta, le cattive notizie per l'economia europea sono arrivate dagli indicatori manifatturieri, con quello della Francia calato al 49,6, dal precedente 49,6, mentre gli analisti si aspettavano un miglioramento a 50,0, quello della Germania salito al 44,5, dal precedente 44,1 ma al di sotto dell'atteso 45,0 e quello complessivo dell'Eurozona salito a 47,8 dal precedente 47,5, al di sotto dell'atteso 47,9. Con gli indici ancora al di sotto della soglia recessiva dei 50 punti e tutti al di sotto delle attese, gli analisti cominciano a credere che il rimbalzo dell'economia europea atteso per il secondo trimestre stenterà ad arrivare, rinviando quindi al secondo semestre dell'anno le speranze di crescita. Al contrario, gli Stati Uniti hanno visto crescere le loro vendite al dettaglio del +1,6% a Marzo, dal precedente -0,2% e molto più dell'atteso 0,9%. Anche le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione si sono rivelate inferiori alle attese, 192mila contro le 205mila attese e in diminuzione rispetto alle precedenti 197mila, segnalando la tenuta del mercato del lavoro.

Sul fronte dei dati riportati dell'Istat, l'indice del clima di fiducia dei consumatori si è stimato in diminuzione per il terzo mese consecutivo, passando da 111,2 a 110,5; una dinamica negativa si rileva anche per l'indice composito del clima di fiducia delle imprese, che passa da 99,1 a 98,7. Il calo, spiega l'Istat, riflette il deterioramento di tutte le sue componenti; il clima economico, personale e corrente registrano le flessioni più marcate mentre una diminuzione più contenuta si registra per il clima futuro. Più in dettaglio, il clima economico cala da 123,8 a 122,6, il clima personale passa da 106,8 a 105,9, il clima corrente scende da 107,8 a 106,9 e il clima futuro flette, seppure in modo lieve (da 115,9 a 115,6).

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.