+357 25 030 930
Gli indicatori di inflazione nell'eurozona 04.04.2018
Published on 04.04.2018 14:09

EUR/USD continua ad avere una settimana senza eventi, nella sessione del mercoledì, la coppia è scambiata a 1,2279, in rialzo dello 0,08% il giorno. Sul fronte del rilascio, è un'altra giornata impegnativa. Nell'eurozona, gli indicatori di inflazione erano nelle aspettative, la stima Flash CPI è salita all'1,4%, facendo corrispondere la previsione, mentre la stima Flash Core CPI è rimasta invariata all'1,0%. La disoccupazione nell'eurozona è scesa all'8,5%, facendo coincidere le previsioni. Negli Stati Uniti, i libri paga non agricoli di ADP dovrebbero calare bruscamente a 208 mila, il PMI non manifatturiero dell'ISM, dovrebbe scendere a 59.0 punti.

L'inflazione nell'Eurozona rimane leggermente superiore all'1%, ben al di sotto dell'obiettivo della BCE di circa il 2%. Ciò significa che è improbabile che la BCE cambi la sua politica monetaria, anche se la Germania vuole vedere una politica più stretta, che sarebbe più adatta alla sua robusta economia. A gennaio, la BCE ha diminuito il suo programma di stimolo, da 60 a 30 miliardi di euro al mese. Lo stimolo dovrebbe concludersi a settembre, e rimane aperta la questione se Mario Draghi estenderà lo schema.

Mercoledì, la Cina ha annunciato il 25% di tariffe su 106 prodotti americani, tra cui soia, grano e alcuni veicoli a motore. Il valore di queste esportazioni statunitensi ammonta a circa 50 $ miliardi - lo stesso valore delle esportazioni cinesi che sono state poste dalle tariffe del presidente Trump. Ciò rappresenta un significativo innalzamento della posta in gioco, e preoccupa i mercati. Il viceministro delle finanze cinese ha detto che una guerra commerciale tra le due parti sarebbe un "perdere-perdere". Tuttavia, né Trump né il presidente cinese Xi Jinping hanno battuto le palpebre fino ad ora, e la crisi non mostra segni di essere risolta in tempi brevi

 

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

In caso di interess esulle nostre analisi e previsioni, sia tecniche che fondamentali potete andare alla nostra pagina del FIBO Group https://www.fibogroup.it/analytics-and-training/analytics/

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.