Continuano ancora dominano le Incertezze sulla Brexit
Published on 12.04.2019 16:32

Nelle ultime 24 ore, l'EUR è sceso dello 0,16% rispetto all'USD, chiudendo a 1,1259 dollari. Sul fronte dei dati macro USA, secondo l'US Bureau of Labor Statistics, l'inflazione dei prezzi alla produzione è aumentata inaspettatamente a marzo, sia su base mensile che su base annua, superando le previsioni degli analisti. L'inflazione dei prezzi alla produzione primaria, che esclude componenti volatili come cibo ed energia, è stata inaspettatamente più elevata a marzo su base mensile e ha soddisfatto le previsioni degli analisti su base annua, comportando un lieve calo (al 2,4%) rispetto alla lettura precedente del 2,5% . Il dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti ha anche riferito che le richieste di sussidi di disoccupazione settimanali erano in calo, mentre i dati della settimana precedente sono stati rivisti al rialzo.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute EUR/USD è stata quotata di 1,1888$, in aumento dello 0,26% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.1261$ seguito da 1.1235$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.1303$, seguito da 1.1319$.

Nelle ultime 24 ore, la GBP è diminuita dello 0,25% rispetto all'USD, chiudendo a 1,3057 dollari. Sul fronte dei dati macro, ieri la Banca centrale europea ha annunciato che lascerà i tassi di interesse ai livelli attuali, in gran parte come previsto dagli esperti. Hanno anche accennato alla prospettiva di mantenere un ambiente a basso tasso fino a quando la crescita globale non migliorerà e le questioni commerciali saranno risolte. Nel suo discorso dopo l'annuncio della politica, Mario Draghi ha evidenziato i numerosi rischi che stanno affrontando le economie collettive della zona euro, e ha espresso che senza gli stimoli adeguati, l'area potrebbe scivolare in recessione. Ciò ha suggerito ad alcuni che la BCE potrebbe diventare ancora più accomodante in futuro.

Durante la sessione asiatica, la coppia di valute GBP/USD è stata quotata di 1,3067$, in aumento dello 0,08% rispetto alla chiusura di ieri. In caso di storno down, la coppia potrebbe trovare supporto a 1.3042$ seguito da 1.3018$, mentre in caso di rally, la prima resistenza si trova ora a 1.3100$, seguito da 1.3134$.

Questa analisi non intende essere un invito o un suggerimento ad operare, ma solo una personale e momentanea visione, dell'autore, relativa allo strumento finanziario in analisi.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere

i CFD sono strumenti complessi e presentano un elevato rischio di perdita di denaro. Il 58% dei conti degli investitori al dettaglio registra una perdita di denaro con il trading su CFD con questo broker. Si dovrebbe considerare la propria comprensione del funzionamento dei CFD e la propensione all'elevato rischio di perdita dei fondi.

IMPORTANTE: Si informa che i nostri servizi sono disponibili solo per Clienti Professionali. Il nostro Sito Web è al momento in fase di revisione per l'implementazione dei corrispondenti emendamenti.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.