Analisi del mercato delle azioni e delle materie prime
Published on 07.05.2018 12:36

Venerdì sera Wall Street ha terminato con un progresso significativo dopo i dati sul mercato del lavoro. Intonazione positiva anche sui listini asiatici questa mattina (tranne per Tokyo che ha chiuso sulla parità), guidati dalla Cina nonostante non ci sia stata nessuna evoluzione sul fronte commerciale con gli Usa dopo gli incontri di giovedì e venerdì a Pechino. A sostenere gli scambi il balzo delle materie prime, con il petrolio che si è surriscaldato: i prezzi del Wti hanno superato la soglia di 70 dollari al barile, per la prima volta dal novembre del 2014. Incidono le tensioni tra Stati Uniti e Iran, che ha lanciato un avvertimento sulla possibile decisione Usa di abbandonare l'accordo sul nucleare.

L'indice Nikkei 225 giapponese è sceso dello 0,1 percento a 22,456,19, mentre l'indice Hang Seng di Hong Kong è salito dello 0,3 percento a 30.011,63. L'indice Composite di Shanghai nella Cina continentale è salito dell'1,2 percento a 3,129.28, e l'S&P/ASX 200 australiano è salito dello 0,3 percento a 6.082.30, gli indici di Taiwan e quelli del Sudest asiatico sono stati per lo più in salita.

A Wall Street: l'indice S&P 500 è salito dell'1,3 percento chiudendo a 2,663,42 venerdì. La media industriale Dow Jones è salita dell'1,4% a 24.262,51, mentre il composito Nasdaq è salito dell'1,7 percento a 7.209,62.

Pochi gli spunti macro previsti oggi. Tra questi l'Istat che pubblicherà la nota mensile sull'economia. E a proposito di Italia, oggi il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, riprenderà le consultazioni per la formazione del nuovo governo. Nel fine settimana il leader del M5S, Luigi Di Maio, ha fatto un passo avanti verso la Lega, proponendo un governo insieme ma senza Berlusconi e con un premier terzo. Sul fronte societario, oggi i conti di Ferragamo e Fincantieri.

La previsione precedente non e una guida diretta alle citazioni, ma solo un suggerimento.

FIBO Group

Il materiale pubblicato su questa pagina e' prodotto da Fibo Group Holdings, e non dovrebbe essere interpretato come consiglio di investimento ai fini della Direttiva 2004/39/EC; inoltre, non e' stato predisposto in conformita' ai requisiti legali volti a promuovere l'indipendenza della ricerca sugli investimenti e non e' soggetto ad alcun divieto di affrontare in futuro la disseminazione della ricerca degli investimenti.

Mar'yan Di Valentino

Analista

Il miglior modo per vincere é imparare a non perdere
×

Informativa sul rischio: Il trading forex in marginazione comporta un elevato livello di rischio e non è adatto a tutti gli investitori. L’elevato effetto leva a cui tale attività è soggetto può operare sia a vantaggio che a svantaggio del trader. Prima di decidere di fare trading è importante considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il proprio livello di esperienza e capacità di assumersi rischi. Esiste la possibilità di subire perdite di parte o tutto l’investimento iniziale, pertanto si invita a non rischiare più di quanto si è disposti a perdere. Si raccomanda di richiedere una consulenza finanziaria indipendente ove necessario.

Avviso Importante
Facendo clic su “Continua” verrai reindirizzato al sito internet di proprietà della FIBO Group LTD, una società registrata nelle Isole vergini britanniche e regolamentata dalla FSC. Puo' leggere le condizioni del Contratto Cliente al link. Fai clic su “Annulla” per rimanere su questa pagina.